martedì 12 giugno 2018

Pollo fritto e arrosto: i mille modi di cucinare con la friggitrice ad aria

Post in collaborazione con Philips

Ogni volta che Lavinia osserva l’Airfryer in funzione, la friggitrice ad aria di Philips, esclama con entusiasmo “La piccola astronave sta cuocendo qualcosa di buono!” e nelle sue innocenti parole riassume esattamente quello che sta accadendo. Infatti, nonostante l’indicazione del prodotto faccia immaginare si possa innanzitutto ottenere una frittura croccante e gustosa utilizzando pochissimo olio, la verità è che ci si può cimentare in tante altre modalità di preparazione: tra tutte la cottura alla griglia e quella arrosto. Protagonista delle ricette di oggi è il pollo, declinato in due varianti gastronomiche, perfetto da servire durante un aperitivo o una cena in terrazza, quando l’aria fresca della sera manda via il caldo di queste timide settimane d’inizio estate, che ci stanno facendo pregustare le ferie ormai vicine.



Nelle scorse settimane abbiamo condiviso insieme a voi un post recensione in cui vi ho raccontato nel dettaglio ogni singola funzione di questo elettrodomestico, che ha cambiato la mia visione del fritto, facendomi abbandonare l’idea che per ottenere un risultato ottimale si debba necessariamente immergere il cibo in litri di olio bollente. Il secondo post , invece, ci ha permesso di suggerirvi tante idee semplici e sfiziose per servire un aperitivo sano e leggero, in vista dell’estate e dell’esigenza collettiva di rimettersi in forma per affrontare al meglio la prova costume: zucchine e tante salse deliziose, accompagnate a drink analcolici. Ci sembra giusto chiudere la nostra esperienza di racconto della friggitrice ad aria con la descrizione di due piatti completi, un pollo arrosto e un pollo fritto, che siamo certi vi conquisteranno.

Pollo arrosto con la friggitrice ad aria: ecco come procedere

Iniziamo con il Pollo Arrosto. Abbiamo scelto delle alette, ma anche le cosce si prestano benissimo a questa cottura; dopo averle pulite e private delle piccole piume ancora attaccate alla pelle, le abbiamo lasciate macerare in un composto di miele, succo di limone e abbondante paprika affumicata per 20 minuti. Nel frattempo l’Airfryer si preriscaldava a 180° per 10 minuti. Per poter cuocere il pollo arrosto, abbiamo utilizzato la la modalità manuale, che permette di gestire al meglio i diversi step di cottura; terminati i minuti selezionati abbiamo inserito le alette nel cestello, che hanno completato la doratura in 15 minuti, dopo una veloce spennellata di olio extravergine di oliva.





Il contorno con cui Pietro ha pensato di accompagnare il pollo è uno dei classici piatti estivi, quelli che nella nostra amata Puglia non manca mai: la melanzana. Abbiamo tagliato in due un ortaggio di medie dimensioni e lo abbiamo fatto cuocere arrosto nella friggitrice ad aria a 180° per 20 minuti, senza aggiungere nulla. Abbiamo adagiato l’ortaggio sul piatto con dei pomodorini, dei capperi e del basilico, completando il tutto con una generosa spolverata di sale iodato, profumatissimo origano e un filo di olio extravergine d’oliva.



E se invece abbiamo voglia di pollo fritto? Cucinarlo con Airfryer è molto semplice!

La seconda ricetta è quella del pollo fritto, croccantissimo. Abbiamo optato per un petto intero e Pietro lo ha tagliato in tanti pezzetti della dimensione che vedete in foto. Il primo passaggio per la panatura è stato fatto immergendo i piccoli tagli nelle uova sbattute con un pizzico di sale, per passare poi il tutto nel pangrattato. Intanto abbiamo preriscaldato l’Airfryer a 180° per 5 minuti. Successivamente abbiamo adagiato i pezzi di pollo da friggere spennellandoli con pochissimo olio extravergine d’oliva, una quantità minima che ci permette di ottenere la giusta croccantezza e bontà, non trascurando l’aspetto della leggerezza. Per cuocersi in modo impeccabile hanno impiegato 10 minuti, per mangiarli vi assicuro che ci abbiamo messo molto molto meno.





Il pollo così preparato è stato servito con le zucchine cotte esattamente nello stesso modo: dopo aver tagliato una lunga trombetta d’Albenga, l’abbiamo cosparsa con poco olio e fatta cuocere nella friggitrice ad aria preriscaldata a 180° per 7 minuti. Il piatto è stato portato in tavola con l’aggiunta di una spolverata di sale iodato e la mentuccia tagliata sottile.



Mentre descrivevo il passaggio di queste semplici ricette ho pensato che l’Airfryer è stato uno di quegli elettrodomestici che cambiano davvero l’approccio ad alcune preparazioni. In queste settimane sto seguendo un’alimentazione più controllata e il buon senso mi ha portato a eliminare i fritti, non del tutto però. Ho riscoperto il piacere di mangiare pietanze gustose prestando attenzione anche alla bontà del cibo stesso in termini di salute; non vi nascondo che sono innamorata di questa friggitrice, che in questa definizione racchiude in realtà tantissime altre sfaccettature.

Se volete acquistarla vi ricordo che potete trovare la friggitrice ad aria di Philips anche su Amazon e se volete ascoltare un parere autorevole in merito alla bontà del pollo fritto posso, invece, darvi il contatto di una persona di fiducia a me molto cara: Lavinia ha apprezzato tantissimo, a dire il vero le preparazioni sono state letteralmente divorate.


Nessun commento:

Posta un commento