mercoledì 7 marzo 2018

CAFFÈ E BISCOTTI SUL TRENO DEI RICORDI

Post in collaborazione con Nespresso

Ho difficoltà a individuare il momento preciso in cui ho cominciato a bere il caffè, iniziando per la prima volta a compiere quei gesti che sarebbero poi diventati automatici, preparatori di un rito quotidiano, atteso con impazienza e piacere. Se la memoria non m’inganna credo fossero gli anni del liceo, quelli dei lunghi pomeriggi trascorsi a studiare greco e latino, letteratura italiana e inglese, matematica e fisica a casa di qualcuno o nella cucina a casa dei miei, pacificamente invasa da adolescenti rumorosi e allegri. Tra chiacchiere, studio, risate e pettegolezzi consumavamo le nostre tazzine fumanti di caffè, accompagnando ogni sorso con un morso ai biscotti che a turno avevamo cura di far trovare a tavola. Morbida frolla avvolta da intenso cioccolato extra-fondente, poteva cambiare la forma e la dimensione, ma il sapore era sempre quello, inconfondibile.

Quei biscotti negli anni ho imparato a prepararli da sola, perfezionando di volta in volta la ricetta, adeguandola ai miei gusti e  alle occasioni. Ancora oggi li preparo spesso per la pausa caffè del mattino o per quella del primo pomeriggio, dopo aver consumato il pranzo e prima di riprendere a lavorare.



Sono salita a bordo di questo treno che viaggia nei ricordi della mia vita dopo aver letto la storia dei due nuovi caffè in Limited Edition di Nespresso; capsule tanto diverse quanto simili nella loro unicità, che dall’Etiopia e dall’Uganda sono giunte fino a noi per raccontare a ogni sorso quanto affascinante sia il mondo del caffè, la loro terra d’origine e i profili sensoriali che sono riusciti a valorizzare grazie alle miscele. Loro sono Arabica Ethiopia Harrar e Robusta Uganda, la prima 100% Arabica proveniente dall’Harrar, la regione in cui si narra sia stato commercializzato per la prima volta il caffè su larga scala e la seconda 100% Robusta, incredibilmente dolce e intenso.

La ricetta che condivido afferrando la mia tazzina fumante di Arabica Ethiopia Harrar è proprio quella della pasta frolla e lascio a voi un momento di serenità, che vi faccia immergere nei ricordi, che porti direttamente alle origini di tutto, di un sorriso, di un abbraccio o di un caffè.

Biscotti di Pasta Frolla



Ingredienti:

200g di Farina 00
80g di Zucchero a velo
100g di Burro
2 Tuorli
Sale

100g di Cioccolato extra-fondente

Disponete la farina a fontana su una spianatoia, adagiate al centro il burro freddo e amalgamate il tutto velocemente, fino a ottenere un impasto sbriciolato. A questo punto incorporate lo zucchero a velo, i due tuorli e un pizzico di sale e impastate energicamente fino a ottenere un panetto di pasta frolla omogeneo e compatto. Avvolgetelo in un foglio di carta trasparente per alimenti e lasciatelo riposare in frigorifero per almeno un’ora.




Prima di stendere la pasta frolla con il mattarello cospargete di farina il piano di lavoro e cercate di ottenere una sfoglia omogenea di 4 millimetri; tagliate i biscotti della forma che preferite e adagiateli su carta da forno disposta sulla placca del forno. Cuocete a 180° in modalità “statico” per 15 minuti o comunque fino a quando i biscotti non saranno ben dorati.


Lasciateli raffreddare e nel frattempo sciogliete il cioccolato extra-fondente a bagnomaria, decorateli o immergeteli nel cioccolato e prima di mangiarli aspettate che siano completamente freddi.


Nessun commento:

Posta un commento