giovedì 23 giugno 2016

Piatti come fossero abiti per #SmartPrime2016

Da tempo seguo con interesse il bellissimo lavoro di Anna Marconi, fondatrice e mente geniale del blog "Taste of Runway", un piccolo capolavoro del web dove la moda è affiancata al cibo, dove Anna sceglie con cura abiti meravigliosi di alta moda e li reinterpreta in una sua personalissima chiave gastronomica, riuscendo a creare con le immagini una sorta di legame tra due mondi apparentemente tanto distanti. Qualche settimana fa ci è stato chiesto di metterci nei suoi panni, di elaborare due ricette che si ispirassero ad altrettanti abiti, scelti da una compagna di squadra d'eccezione: Sonia Grispo di "Trend and the city". É stato un lavoro di squadra a tutti gli effetti, veloci brainstorming e fiducia, abbiamo osato e il risultato è quello che siamo felici e fieri di mostrarvi.

L'occasione di immergerci in questa opportunità ci è stata offerta da Vodafone per il lancio del nuovo smartphone Smart Prime (2016),  un cellulare dal design elegante e dalle grandi potenzialità, soprattutto per quello che riguarda la fotografia: 8MP per la fotocamera posteriore e 5MP per quella anteriore, luce catturata in modo perfetto e foto che sembrano scattate con uno strumento professionale. Ho avuto modo di condividere tante immagini negli ultimi giorni scattate proprio con il nuovo smartphone e il risultato è straordinario, per ritrovarle in rete vi basta ricercarle attraverso l'hashtag #smartprime2016.

É arrivato il momento di raccontarvi il risultato ottenuto; ci auguriamo vi piaccia come è piaciuto a noi, che ancora riguardiamo le foto scattate con Vodafone Smart Prime e ci diamo delle pacche sulla spalla compiacenti.

Spaghettoni con Ricotta e Verdure

Iniziamo con la combinazione elaborata per interpretare il concetto di Smart, un outfit da indossare per un brunch in piscina in un'atmosfera elegante o un pranzo all'aperto. L'abito scelto da Sonia è un top con shorts in popeline di Dolce&Gabbana, un tripudio di colori che ricorda le ceramiche siciliane. Quando abbiamo visto la foto per la prima volta il nostro sguardo si è concentrato soprattutto su quel blu e sulle sue sfumature. Come avremmo potuto ricrearlo in un piatto? In natura non esiste. Così abbiamo iniziato a fare ricerche e studiare gli effetti che la tanto temuta chimica determina nei processi di cottura, fino alla soluzione. Il cavolo viola, anche conosciuto come "crauto rosso", se fatto bollire per almeno 15 minuti cambia il suo colore virando al blu, avvicinandosi tantissimo al tono cromatico che vedete nel vestito. Ci siamo sentiti dei piccoli chimici un po' creativi. Tutti gli altri ingredienti richiamano forme e colori della fantasia del due pezzi, onde e fiori, geometrie irregolari che abbiamo cercato di riprodurre in un primo piatto gustoso e rigorosamente vegetariano, volendo rispettare la scelta alimentare della nostra compagna di squadra.



Ingredienti per 2 persone:

180g di Spaghettoni
160g di Ricotta di pecora
4 Fiori di Zucca
4 Pomodori datterino
100g di crauti rossi
Basilico
Olio extravergine d'oliva
Sale & Pepe

Iniziate la preparazione pulendo e tagliando in striscioline di uguale dimensione i crauti. Fateli bollire in abbondante acqua salata per almeno 15 minuti, fino a quando il colore sarà diventato  un intenso blu. Scolateli e saltateli in padella con un filo d'olio extravergine d'oliva, sale e pepe.

Nel frattempo fate cuocere gli spaghettoni in abbondante acqua salata, prelevate un po' di acqua di cottura e in un'ampia coppa stemperate la ricotta di capra, ottenendo una crema densa. Scolate la pasta e mescolatela con la ricotta, impiattate formando un nido.

Completate il piatto aggiungendo i crauti, i fiori di zucca lavati e privati del pistillo, le foglioline di basilico e i pomodorini tagliati a metà. Aggiungete un filo d'olio extravergine d'oliva prima di servire.

Crema di Mascarpone e Chips di Barbabietola

Il concetto di Prime, invece, ha per noi i colori del bianco e di un viola/fucsia poco definibile se non attraverso la percezione visiva, è quel colore di cui le bambine si innamorano e che è possibile ricreare attraverso la cottura della barbabietola. In passato abbiamo preparato risotto e arancini e oggi vogliamo proporvi delle semplicissime chips cotte al forno. L'abito scelto da Sonia è splendido, di quelli che fanno esclamare WOW appena lo si guarda, è di Oscar de la Renta e non avrei saputo immaginare nulla di più "prime" per una cerimonia o un evento da festeggiare.


Ingredienti:

80g di Mascarpone
50g di Formaggio caprino
1 Barbabietola fresca
Olio extravergine d'oliva
Sale fino integrale

Iniziate la preparazione lavando e sbucciando la barbabietola, tagliate delle fette sottilissime utilizzando una mandolina o un pelapatate. Nel frattempo preriscaldate il forno a 160°, adagiate le fette di barbabietola sulla carta da forno, cospargetele con pochissimo olio extravergine d'oliva e un pizzico di sale. Fate cuocere lentamente per almeno 30 minuti, abbassando la temperatura del forno se necessario. Dovrete ottenere delle chips croccanti, dovranno essere completamente prive d'acqua.

Preparate la crema amalgamando energicamente insieme il mascarpone con il formaggio caprino, trasferite tutto in una sac a poche e lasciatela in frigo per 45 minuti.

Impiattate realizzando una sorta di meringa con la crema di mascarpone e adagiate le chips sulla superficie.







Nessun commento:

Posta un commento