sabato 4 giugno 2016

Eataly e Autogrill insieme per una sosta di qualità

Si avvicina l'estate, o almeno così vorrebbe il millenario alternarsi delle stagioni, nonostante le piogge torrenziali su Milano degli ultimi giorni. Sta per arrivare quel periodo dell'anno in cui si pianificano viaggi e vacanze, si macinano centinaia di chilometri per godere di qualche giorno o settimana di relax e serenità. Sono tantissimi i vacanzieri che scelgono di viaggiare in auto e tutti, nella loro diversità, sono uniti da un'esigenza durante gli spostamenti: godere di una gratificante sosta, più o meno lunga a seconda delle esigenze.

Solitamente questo momento è vissuto in una delle tante stazioni di servizio dislocate su tutta la nostra penisola, semplice trovarne una, difficile fermarsi in quella dove si è sicuri di poter bere un buon caffè, magari accompagnato da un ottimo dolce, preceduto da un pasto di buona qualità. Riuscire a soddisfare queste esigenze dovrebbe essere un piccolo diritto dell'automobilista e Autogrill ci sta provando con nuovi concept. Un paio di mesi fa vi ho raccontato dell'apertura del Bistrot della stazione di servizio Autogrill di Fiorenzuola d'Arda, nata in collaborazione con l'Università degli Studi di Scienze Gastronomiche (UNISG) di Pollenzo; tantissima attenzione alle materie prime e piatti del territorio da gustare in un luogo accogliente.




Questa volta, invece, siamo a Secchia Ovest, sulla A1 all'altezza di Modena. Io e Pietro ci siamo fermati in questa stazione di servizio innumerevoli volte negli ultimi anni, ma qualche giorno fa entrandoci ho avuto l'impressione di non esserci mai stata. Il motivo è semplice e rappresenta l'inizio di una collaborazione importante: quella tra Autogrill e Eataly. Da una parte la società leader mondiale nei servizi di ristorazione per chi viaggia e dall'altra quella che valorizza le produzioni artigianali Made in Italy. Due realtà all'apparenza distanti che si incontrano per dare vita al grande progetto "Eataly x Autogrill", un'alleanza che permette agli automobilisti di poter godere di una sosta gastronomica di qualità.

Il punto vendita si sviluppa su due livelli: il piano terra dedicato allo shop e alla sosta veloce, quella durante la quale si vuole bere un caffè al volo gustando un dolcetto, e il primo piano, dove è possibile trovare la vera e propria area della ristorazione. L'atmosfera che si vive è la stessa che sta alla base della filosofia di tutti i punti vendita di Eataly: proporre prodotti di qualità in maniera accessibile, incentivando il rapporto diretto tra produttore e distributore, con una particolare attenzione alla sostenibilità, alla responsabilità e alla condivisione dell'orgoglio italiano a tavola. Una visione completamente condivisa da Autogrill in questa nuova sfida in cui tutti hanno creduto fin dall'inizio, venendosi incontro nelle rispettive esigenze e trovando il compromesso che permettesse di creare questa  realtà nata da poco e destinata a diventare un successo, si spera replicabile.



Ho avuto il piacere di visitare la stazione di servizio di Secchia Ovest accompagnata da una guida d'eccezione, Oscar Farinetti, fondatore di Eataly e volto celebre dell'imprenditoria nazionale. Le sue parole sono state semplici e immediate: "Parte vitale del viaggio è la sosta, il piacere di fermarsi. Con Autogrill abbiamo progettato un luogo per la sosta in linea con i nostri principi". Abbiamo capito immediatamente a cosa si riferiva: semplicità ed essenzialità in un luogo nuovo, dove prima non si era mai visto il banco dolci "Golosi di salute" di Luca Montersino o le insalate di Ortoba, preparate rigorosamente con le verdure di stagione. La pasta è quella del Pastificio Rossi, che fornirà i tipici tortellini di Modena e i passatelli con Parmigiano Reggiano; la piadina è quella dei Fratelli Maioli e il gelato Lait, mantecato al momento.



Completa l'offerta la panetteria con forno a legna e le diverse alternative del primo piano, dove sono collocati i ristoranti La Pasta, La Pizza e La Sosta (dedicato al pensiero di Tonino Guerra e al suo concetto di piacere della sosta rallentando i ritmi). Le preparazioni sono sempre espresse, per citarne una vi potrei descrivere la bontà della pizza napoletana, preparata con farine biologiche del Mulino Marino e con un lievito madre francese di 37 anni. Una scelta talmente ampia da poter essere paragonata a quella di un grande centro abitato.

Anche in questo caso, come per l'Autogrill a Fiorenzuola d'Arda, le aspettative sono alte: sono attesi nei prossimi 12 mesi almeno 1 milione e 300 mila clienti, non faccio fatica a credere che i numeri appena citati verranno anche superati. É una bellissima nuova realtà, uno dei migliori biglietti da visita che la nostra Italia potrà mostrare agli automobilisti di uno snodo autostradale di respiro internazionale.


Nessun commento:

Posta un commento