martedì 8 marzo 2016

La colazione che nutre le idee

La colazione è il pasto della giornata che preferisco, quello che mi permette di osservare e conoscere la gente che mi circonda. C’è chi suggerisce di mangiare frutta fresca e chi di bere centrifugati, chi opta per un’abbondante dose di proteine e chi, invece, non rinuncerebbe mai ai carboidrati, ci sono gli amanti del caffè amaro e quelli che sorseggiano solo the. E poi ci sono i nostalgici, adulti che non hanno mai abbandonato la bevanda dal sapore dolce e famigliare di cacao, il latte e Nesquik che bevevano a merenda tornati da scuola o che gustavano lentamente al mattino con una cannuccia colorata affondata nella tazza.

Sono più di 60 anni che la famosa polvere solubile è presente nelle case delle famiglie di tutto il mondo, decenni durante i quali sono cambiate le abitudini alimentari e le esigenze legate alla nutrizione soprattutto dei più piccoli. Qualche settimana fa è stato organizzato un hangout (semplifichiamo descrivendolo come una sorta di conversazione sul web, durante la quale si da la possibilità di partecipare a tanti interlocutori fisicamente distanti, ma vicini nell’interesse e nella voglia di confrontarsi) proprio da Nesquik, un incontro che ha visto protagonisti Francesco Facchinetti in qualità di moderatore e uomo creativo, Chiara Cecilia Santamaria, conosciuta in rete come blogger di machedavvero, e il Prof. Medico Pediatra Sergio Bernasconi. Tre personalità diverse per dialogare su un importante tema, quello della colazione dei bambini, concepita come momento fondamentale per iniziare la giornata con la grinta e l’entusiasmo necessari per vivere con la giusta dose di creatività ogni esperienza.

Nesquik

La cultura e l’evoluzione della nostra società hanno permesso il passaggio dal concetto di nutrizione intesa come “utile alla sopravvivenza” a quello di “buona nutrizione” necessaria per condurre una vita migliore e più lunga. Tutti concordi sulla necessità di vivere il momento dei pasti in modo esclusivo, senza lasciare spazio a distrazioni come cellulari o tablet, stimolando invece la fantasia e il bello, inteso nella sua accezione più ampia di crescita delle idee, di stimoli da alimentare. I dati sono chiari: i bambini compiono quotidianamente 98 attività creative, contro le 2 degli adulti; ridono almeno 113 volte in ventiquattro ore e nello stesso lasso di tempo pongono 65 domande. Percentuali che ci aiutano a comprendere come sia importante aiutarli in questo percorso, prenderli per mano per accompagnarli in un momento che sia allo stesso tempo di gioco e di crescita.

Da una parte il controllo di una sana alimentazione che vuole al centro il latte materno fino ai 6 mesi, il latte di proseguimento fino ai 3 anni e quello vaccino per i più grandi, che possono concedersi un buon tazzone colmo di latte e Nesquik, cacao che alimenta il buonumore ricco di antiossidanti, di vitamina D, ferro e zinco. Una bevanda ricca, perfetta per affrontare i tanti giochi da svolgere durante il giorno e le impegnative lezioni in classe.

Dall’altra parte Nesquik che nutre anche le idee e lo fa non solo garantendo la giusta energia, ma aiutando le famiglie a reperire stimoli importanti per costruire e progettare tante fantasiose creazioni, attraverso suggerimenti e tutorial. Nella sezione del sito “nesquikstudios”, infatti, sarà possibile scoprire come riutilizzare la confezione del prodotto o inventare nuovi giochi grazie alla creatività. Per raccontare meglio il nuovo progetto è stato presentato un giovane artista ventenne, un disegnatore che incarna alla perfezione la capacità di costruire piccoli capolavori grazie al talento. Lui è Luca Arancio e osservare i suoi lavori è un esempio importante per tutti i ragazzi che hanno voglia di rincorrere i propri sogni. 

Nesquik

Una nuova sfida da affrontare, un percorso tutto da scoprire. Il punto di partenza è la colazione, il tragitto sono le ore trascorse con i bambini per raggiungere un luogo un po’ magico, quello della fantasia, quello che nutre proprio le idee. Tutte le info del progetto le potete trovare su nesquik.it .





Nessun commento:

Posta un commento