giovedì 19 novembre 2015

La Cantina Roeno e i suoi 150 anni di storia

Inizio a raccontarvi questa storia mostrandovi la foto di una “ragazza” di 150 anni, bella e fiera nella sua grandezza, fatta crescere con l’amore di chi da generazioni la cura; pronta a cambiare veste ogni stagione, vanitosa nei suoi colori. Lei è la vigna di Enantio.

Vigneto di Enantio

Siamo tra la provincia di Verona e Trento, alle pendici del Monte Baldo, nella bellissima Cantina Roeno, fondata più di 50 anni fa da Rolando Fugatti e dalla moglie Giuliana. Questa piccola grande realtà aziendale è oggi gestita con successo dai figli Cristina, Roberta e Giuseppe; ognuno impegnato in uno specifico ambito e tutti orgogliosi di poter continuare a far crescere la cantina voluta dai genitori, un tempo solo azienda vitivinicola e oggi agriturismo e accogliente luogo di degustazione.

Uva di Enantio

Raccolta Uva di Enantio

Cristina di Cantina Roeno

Roeno è una delle realtà di maggior successo che Partesa può vantare nel suo portfolio; l’incontro con il famoso network distributivo specializzato nei servizi di vendita, distribuzione e consulenza per il canale Ho.Re.Ca. del Gruppo Heineken è avvenuto nel 2008. L’esigenza della Famiglia Fugatti era, al tempo, quella di far conoscere i vini Roeno a un pubblico più ampio rispetto a quello della circoscrizione territoriale, diventando pian piano un nome noto agli appassionati di tutto il mondo. Una realtà famigliare come la loro poteva contare su passione e dedizione al lavoro, ma per riuscire nell’intento necessitava di una valorizzazione commerciale importante e strutturata. È proprio da queste premesse che si è partiti prima di raggiungere importanti risultati, uno su tutti: un incremento di produzione da 30mila bottiglie l’anno alle attuali 400mila. Accanto ai successi commerciali vanno ricordati gli importanti riconoscimenti: anche quest’anno il “vino Cristina” (annata 2012) ha ottenuto i Tre Bicchieri dalla Guida Gambero Rosso.

Meeting di Partesa e  Azienda Vitivinicoal Roeno presso Belluno Veronese, 23 ottobre 2015, Veneto

La formula proposta da Partesa attribuisce grande valore a tutti i partner coinvolti nella filiera distributiva, aiutandoli a crescere in un percorso di rinnovamento, accompagnandoli là dove piccole realtà non potrebbero arrivare da sole commercialmente. Allo stesso tempo fa emergere e comunica la storia delle persone che ogni giorno lavorano per rendere grandi le eccellenze del Made in Italy, il settore vinicolo merita di essere conosciuto in tutte le sue sfaccettature e la sinergia che è possibile alimentare grazie a questi protagonisti non può che risultare vincente.

La storia della Cantina Roeno e della bellissima famiglia che la rende così grande è solo una delle piccole importanti realtà che sono seguite nel progetto “Partesa per il Vino”, nato dalla voglia di coniugare la forza sul territorio di un distributore del settore beverage alla capacità di gestire e proporre un portfolio di vini di qualità; un aspetto importante che le ha permesso di differenziarsi e crescere. È proprio con questo spirito che quest’anno è stato riedito “Il Vino – Istruzioni per l’uso” (Cinquesensi – Lucca), un manuale diventato riferimento importante per neofiti, appassionati e specialisti, una guida trasversale che raccoglie testimonianze, racconti e schede tecniche di tutto ciò che riguarda da vicino il vino a livello nazionale e internazionale. Il curatore è Roberto Racca e sono tantissime le voci raccolte in un’opera che si prepara a riscuotere grande successo anche con questa seconda edizione.

Nessun commento:

Posta un commento