martedì 14 luglio 2015

Tartare di manzo alle noci, germogli di ravanello e carciofini sott’olio

Da quando Pietro è impegnato a tempo pieno con la sua nuova attività (di cui vi parlerò nei prossimi giorni) capita sempre più spesso che ai fornelli ci finisca io, quasi per caso e il più delle volte per necessità. Ci sono giorni, però, in cui ho davvero voglia di cucinare, di fare la spesa in modo consapevole, immaginando il piatto in cui mi cimenterò e consultando i tantissimi libri che colleziono e il più delle volte non apro. La ricetta di oggi è nata proprio così, o meglio: ci sono state tutte le premesse perché fosse interamente realizzata da me, poi, però, è arrivato Pietro e le mani in cucina sono diventate quattro.
L'occasione ci è stata offerta da Cantina della Birrae shop dedicato alla vendita di birra artigianale per privati ed esercizi commerciali. Ci hanno inviato una selezione di birre da degustare e tra tutte abbiamo scelto Lei.
Cantina della Birra II
Già dal primo sorso non abbiamo avuto dubbi, la birra artigianale umbra Flea Costanza sarebbe stata perfetta per accompagnare un piatto di tartare di manzo con carciofini sott’olio. Una birra fresca e profumata con sentori agrumati e tendenti al dolce, che contrasta in modo elegante con le note amaricanti dei germogli di ravanello e avvolge il sapore della carne e l’acidità dei carciofi. Un equilibrio perfetto.
Tartare di manzo alle noci, germogli di ravanello e carciofi sott’olio
Cantina della Birra IV
Ingredienti per 2 persone:
200g di noce o girello di manzo
1 cucchiaino di senape
Sale di Maldon
Olio extravergine d’oliva
Germogli di ravanello
4 Noci

Per i carciofi sott’olio:

20 Carciofi
0,5 L di acqua
0,5 L di aceto di vino bianco
2 Limoni
Mentuccia
Sale
Olio extravergine d’oliva

Cantina della Birra

Iniziate preparando i carciofi sott’olio. Puliteli accuratamente, lavateli con acqua e  limone e divideteli in quattro parti, lasciando anche un po’ di gambo. Sbollentateli in acqua salata e aceto per circa 5 minuti, lasciateli ad asciugare su un panno pulito.
Quando saranno completamente asciutti trasferiteli con la mentuccia in un vasetto sterilizzato, versate olio extravergine d’oliva sufficiente a coprirli completamente. Prima di chiudere il vasetto aspettate un paio d’ore e assicuratevi che l’olio non sia sceso sotto il livello dei carciofi, eventualmente aggiungetene un po’. Chiudete i vasetti e bolliteli per creare il sottovuoto.
Cantina della Birra III
Tagliate la carne prima in fettine e poi in striscioline, usando un coltello affilato e pesante. A questo punto battetela con il coltello tritandola finemente. Condite la carne con un filo d’olio extravergine d’oliva, un cucchiaino di senape, della granella di noci e dei cristalli di sale. Mescolate per bene e impiattate utilizzando un coppapasta di dimensioni adeguate. Guarnite con i germogli di ravanello ed accompagnate la tartare con i carciofi sott’olio.




Nessun commento:

Posta un commento