lunedì 16 giugno 2014

Guacamole

Siamo nel pieno dei Mondiali 2014, appuntamento sportivo capace di appassionare anche mia madre, che di calcio ne sa quanto ne so io di trigonometria, ma con una marcia in più: lei è riuscita a rimanere sveglia per tutta la durata della partita Italia-Inghilterra, io no (ho appreso del secondo goal solo grazie alle urla altrui). In compenso sono stata un'attenta degustatrice durante il pre-partita, ho proposto a Pietro di preparare un gustoso Guacamole, una "cena da divano" perfetta e poco impegnativa.

La ricetta del Guacamole non è notoriamente pugliese (ohibò!), motivo per cui  l'abbiamo cercata on line, non disponendo di una fonte affidabile in famiglia. Mi sono ricordata di quanto appreso qualche settimana fa durante la visita alla Google House e in pochi minuti grazie al comando vocale del nostro nuovo supporto tecnologico (Nexus 5) abbiamo seguito alla lettera quanto mostrato da Sonia Peronaci.



L'opportunità di incontrare la Signora di Giallo Zafferano ci è stata offerta nella bellissima cucina della villetta in Via Carlo Ravizza a Milano, dove per la prima volta in Italia Google ha creato dei magici contesti per mostrare concretamente come i supporti tecnologici possano essere degli alleati indispensabili nella vita di ogni giorno. Grazie alla voce e ad uno smartphone o ad un tablet connesso ad internet è possibile cercare ricette, informazioni, approfondimenti o selezionare timer e verificare la posizione dei negozi più vicini per fare acquisti. L'assistente virtuale che tutti vorrebbero per organizzare pranzi e cene impeccabili.

Una visita alle altre stanze della casa ci ha permesso di addentrarci nel soggiorno, dove abbiamo scoperto i contenuti di intrattenimento digitale offerti Google Play, pochi clic per acquistare e noleggiare musica e film da vedere comodamente seduti sul divano in tv grazie a Chromecast, una chiavetta sviluppata da Google per connettere smartphone e TV senza fili. Una piacevole sosta in mansarda è stata l'occasione per imparare ad utilizzare Google Now, Google Photos, Mappe e il Traduttore di Google; orientarsi e riordinare i ricordi di viaggio sarà semplice ed immediato. Tutte le informazioni su Google è possibile reperirle sul sito www.google.it , c'è tanto da scoprire anche per chi pensava di saperne già abbastanza (come la sottoscritta).


La ricetta del Guacamole che vi proponiamo è stata presa da Giallo Zafferano, abbiamo inserito alcune varianti per adeguarla ai nostri gusti.

Guacamole

Guacamole TRE

Ingredienti per 2 persone:

1 Avocado
1/2 Peperoncino (ne abbiamo scelto uno non troppo piccante)
1 Pomodoro Cuore di Bue
1/2 Cipolla
1 Lime
Olio Extravergine di oliva
Sale & Pepe

Pelate l'avocado e privatelo del nocciolo (che terrete da parte), tagliatelo in piccoli pezzettini e schiacciatene la metà con una forchetta. Tagliate finemente la cipolla ed il peperoncino ed aggiungeteli alla metà dell'avocado schiacciata con la forchetta.

Pelate il pomodoro e tagliatelo in cubetti di piccole dimensione, incorporatelo all'avocado con la cipolla ed il peperoncino. Lavate accuratamente il lime, grattugiate la scorza e spremetene il succo, aggiungete entrambi al composto ed amalgamate accuratamente con due cucchiai olio extravergine di oliva, sale e pepe secondo il vostro gusto.

Aggiungete a tutti gli ingredienti la metà dell'avocado tagliata in cubetti e tenuta da parte e fate riposare in frigorifero, prima di servire, per almeno 15 minuti. Per evitare che l'avocado si scurisca aggiungete il nocciolo al centro della preparazione. 

Ci beviamo su un Heineken Aluminium ghiacciata (Pietro è convinto sia molto più gustosa, io nel dubbio conservo le bottiglie per dipingerle)



Ci ascoltiamo i Green Day con Basket Case


Nessun commento:

Posta un commento