giovedì 21 novembre 2013

La Puglia che amo, quella di #ColliMareInPuglia

Mi appresto a raccontarvi di una regione bellissima, bagnata dal mare e accarezzata dal vento, baciata dal sole sulle sue timide colline, una delle zone d'Italia più amate dai turisti stranieri e non, conosciuta per le sue spiagge, la sua cucina e per la calorosa accoglienza dei suoi abitanti. Un'introduzione spudoratamente di parte e potrei continuare ancora per molto, come un innamorato che non trova difetti nell'amata dal sorriso smagliante e con le gambe un po' storte. Sono andata via dalla Puglia dieci anni or sono, ci ritorno con cadenza regolare, spesso, non ho mai smesso di chiamarla CASA.

IMG_1981

Ci sono tornata qualche giorno fa grazie ad una bellissima iniziativa, un tour organizzato da ragazzi pieni di idee, dinamici e soprattutto coraggiosi. Ebbene sì, questa magica terra è un po' capricciosa, come le donne esageratamente affascinanti, se si vuole organizzare qualcosa è necessario dotarsi di grande caparbia e pazienza, bisogna superare l'approssimazione e il disfattismo che inevitabilmente si incontrano in una zona del Sud Italia che pian piano sta crescendo e vuole riscattarsi. Loro sono Valentina & Grazia di Studio Cru Puglia, i ragazzi di Progetti per Comunicare e Giandomenico di Masseria Il Capitolo.

Lo spirito di questi due giorni trascorsi insieme è stato uno soltanto: condividere. Eravamo in 12, sei blogger provenienti da tutta Italia e sei residenti (e resistenti, come amano definirsi loro stessi e il motivo è tra le righe spiegato nel paragrafo precedente). Io tra loro, con un piede nella Puglia in cui sono ancora residente ed uno fuori, a Milano, nella città in cui vivo e lavoro; ibrida la mia visione e un po' disincantata, non so se più o meno obiettiva di quella di chi da questa regione non si è mai allontanato, certo è che ho ancora negli occhi i colori brillanti e sulla pelle la sensazione di serenità che solo questo mare e questo cielo sanno donare.

IMG_1972

Incontro-Sovrapposizione-Scambio, queste le parole chiave che ci hanno accompagnato e che hanno reso ogni momento quello giusto da immortalare, raccontare e romanzare. Episodi che hanno fatto il giro della rete come assistere alla cottura alla brace di un pesce in strada a Polignano o l'arrivo incolumi di tutte le blogger alla fine del tragitto in bici. Ogni istante ha una propria cornice, un angolo di Puglia che ancora una volta mi ha fatto innamorare. Eravamo tutti attenti e pronti ad affrontare i percorsi in bici e a piedi, minuti di smartphone e curiosità, ma non solo: nelle nostre tasche c'era un "supporto" per orientarci molto poco virtuale, ma tanto efficace ed affascinante.

IMG_1921

La mappa in Tyvek® ha ampiamente battuto il 2.0, una vittoria schiacciante che ha puntato sull'efficacia di una cartina che non mette in difficoltà lo spaesato fruitore quando cerca di chiuderla, che è talmente leggera e pratica da potersi comodamente appallottolare in una tasca e che non teme acqua, vento o strappi. Non è carta e non è tessuto, è Tyvek® appunto. Un'idea che può definirsi geniale a tutti gli effetti. Con la nostra mappa in tasca abbiamo trascorso due giorni alla scoperta della mia terra e il tour ha avuto inizio dalla magica Polignano a Mare.

IMG_1854

Stradine bianche dove perdersi è un piacere, negozi che espongono artigianato locale e tanto folclore (per ritornare a quanto accennato è proprio qui che abbiamo incontrato un simpatico residente che preparava del pesce su una brace per strada, per consumo strettamente personale), un veloce passaggio al Bar Il Super Mago del Gelo per assaggiare il celeberrimo Caffè Speciale (inventato proprio qui, la cui ricetta segreta pare contempli: caffè, panna, scorza di limone e l’amaretto del Super Mago ottenuto da mandorle dolci tritate) e poi via per gustare una deliziosa cena da Infermento, dove i prodotti locali e buon vino e birra sono condizioni assolute di ogni cena.

Una notte ristoratrice per catapultarci nel vivo del nostro #collimareinpuglia. Ammetto di saperne tanto su olio e molitura, sarà che se si cresce tra gli ulivi è inevitabile assimilarne anche l'essenza e la conoscenza, ma ho ascoltato il sorridente Giandomenico di Masseria Il Capitolo a Fasano con interesse e curiosità, constatando ancora una volta che non si finisce mai d'imparare. Un frantoio che produce olio di qualità, una bellissima realtà da cui siam partiti per avventurarci nei nostri 9 chilometri in bici, attraversando oliveti e lingue di terra per raggiungere il mare.

IMG_1947

IMG_2047

Il percorso che abbiamo macinato è conosciuto come quello da percorre per raggiungere il Parco delle Dune Costiere, un luogo incantato a pochissimi chilometri dalla mia città natale e che nonostante tutto non conoscevo ancora. Prima di arrivare al mare per goderci il caldo sole di Novembre (perché sì: in Puglia Novembre non lo si può considerare un mese ancora invernale), abbiamo fatto una breve sosta per visitare il Dolmen di Montalbano, chiara testimonianza della civiltà megalitica in zona.

IMG_1971

IMG_1976

Abbiamo riso tanto e ci siamo incantati ad osservare i paesaggi che pian piano ci scorrevano accanto, giunti al Parco lo stupore per la splendida giornata ed il mare che pareva incantato è stato tanto. Abbiamo abbandonato le bici e ci siamo lasciati cullare dai racconti del Direttore Gianfranco Ciola. La passeggiata nell'area protetta ci ha permesso di entrare nell'habitat di tanti animali e piante che qui crescono protetti e preservati, l'uomo è un custode fedele della biodiversità ed anche la pesca in questa zona è praticata sotto stretto controllo affinché nulla vada a distruggere il perfetto equilibrio. E' possibile prenotare visite guidate e consiglio a chiunque venga in vacanza in Puglia di non lasciarsi scappare quest'occasione.

IMG_2027

IMG_2010

IMG_1996

Una veloce visita alla città di Ostuni, per i pochi nel gruppo che ancora non c'erano mai stati e poi via verso Noci per trascorrere la serata nell'evento più atteso dell'anno in città: Bacco nelle Gnostre, queste ultime sono i caratteristici spiazzi antistanti le case, dove in passato si era soliti trascorrere le serate a chiacchierare. Un tripudio di sapori e musica per celebrare il vino novello, tantissime le cantine che hanno allestito i propri banchetti per la degustazioni ed altrettanti i produttori presenti per far assaggiare i prodotti della zona. Una serata per sentirci un po' anche noi "residenti resistenti" a Noci, tanti i turisti che arrivano in città per l'occasione e come dargli torto? E' davvero una bella manifestazione per vivere lo spirito del Sud e assaporare tutti i suoi sapori più autentici. Ma se si arriva a Noci non si può non fare tappa dal famosissimo Marino, lui è il Re del Panino, avrò modo di raccontarvi di lui approfonditamente nelle prossime settimane, abbiamo infatti avuto il piacere di conoscerlo quest'estate grazie ad un progetto editoriale al quale abbiamo partecipato. Lui non prepara semplici panini, ma vere e proprie opere d'arte, combinazioni inusuali che stupiscono e conquistano.

IMG_2127

Ho da segnalarvi altri due luoghi un po' speciali, da segnare assolutamente in agenda se avete in programma di trascorrere qualche giorno in Puglia: il primo è la Grotta di San Michele in Monte Laureto a Putignano, un santuario la cui costruzione si attribuisce a San Gregorio Magno, una chiesa ipogea sorge al suo interno e fa desiderare a tutti, indistintamente, di restare un po' lì per osservarne ogni minimo particolare. Il secondo è l'Oasi Naturale di Barsento, il suo bosco ed i profumi della sua terra.

IMG_2083

IMG_2111

Sono stati giorni felici, ho fatto la turista nella terra che più amo, in quei paesi dove ho sempre l'animo sereno quando so di tornare e che, infondo, vorrei mi facessero diventare "resistente", proprio come chi in questi due giorni c'ha messo il cuore per rendere tutto perfetto.

Tutte (Tante) le Foto le Trovate sulla NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

1 commento: