lunedì 14 gennaio 2013

Ah, ma è già iniziato il nuovo anno?

Siamo a metà del mese di Gennaio, direi un po' tardi per condividere nuovi buoni propositi e promesse per il 2013. La verità è che lo scoccare della mezzanotte del 31 Dicembre è già passato da un pezzo, ma non ce ne siamo neanche accorti. Sarà che non amiamo i bilanci, né quelli fatti di numeri né quelli di parole e pensieri, per questo torniamo a cucinare un po' a rilento, con la stessa passione di sempre e con un elenco infinito di progetti da realizzare in cui, vi anticipo, saranno coinvolti in tanti, lettori del blog in primis.

Vi risparmiamo le ricette della remise en forme, abbiamo trascorso le vacanze in Puglia e siamo rientrati a Milano con un bel  bagaglio di chili in più, in valigia e in pancia. Non le condividiamo non perché non siano appetitose, ma perché preferiamo intristirci in solitudine. Così la ricetta di oggi è un secondo, tante buone proteine e carboidrati "colorati e leggeri", chissà facciano bene ad umore e linea.

Carrè d'agnello & vitelotte croccanti

violette due

Ingredienti


1 carrè d'agnello
2 bicchieri di barbera
1 cucchiaio di miele d'acacia
olio evo
rosmarino
sale 
pepe

200g di patate Vitelotte

In una padella unta di olio evo scottate tutti i lati del carrè di agnello; successivamente adagiatelo su un tagliere e spolveratelo con sale e pepe; cospargetelo di miele e ponetelo in uno slow-cooker con due bicchieri di barbera ed un rametto di rosmarino.

Lasciate cuocere per 12 ore ad una temperatura di circa 70°.

Con una cottura a bassa temperatura per un tempo molto prolungato la carne sarà più tenera e si staccherà dall'osso con grande facilità.


violette uno

Le patate le abbiamo affettate e cotte con la funzione Crisp del FORNO A MICROONDE VENTILATO ASSISTED CHEF 6°SENSO CRISP JT , adagiandole semplicemente sull'apposita teglia senza aggiunta di grassi. Croccanti e perfettamente cotte in 7minuti.

Ci beviamo su La Luna & i Falò di Terre da Vino




1 commento:

  1. Ciao Francesca, abbiamo una vaga idea di cosa significa trascorrere le feste nelle nostre case pugliesi, che meraviglia...e quanti bei chiletti :) Ma non si può farne a meno, fa parte del nostro DNA. Buonissima questa ricetta! Buon 2013 anche a Pietro! Baci Daniela e Letizia

    RispondiElimina