lunedì 17 dicembre 2012

Il nostro Merano Wine Festival tra vini, chef ed una DS4

Quarantotto ore a Merano, decine e decine di vini degustati, tredici chef e altrettante ricette da presentare e assaporare nello spazio della Gourmet Arena, amici blogger con cui condividere tutto questo. Il Merano Wine Festival è il "Paese delle Meraviglie" per gli amanti del vino, un appuntamento che dal 1992 ospita presso il Kurhaus di Merano (Bz) le più importanti aziende vinicole italiane & straniere e permette ad appassionati ed addetti ai lavori di degustare vere e proprie rarità.


La nostra avventura in Alto Adige è iniziata con una cena memorabile a Castel FregSburg con i piatti dello chef Alois Haller, lo champagne Marguerite Guyot e i vini Cleto Chiarli. Alcune immagini possono proiettarvi nell'atmosfera vissuta, tutto il racconto lo trovate sul nostro profilo Instagram.



L'accoglienza è stata delle migliori e dopo esserci riposati all'Hotel Bellevue, siamo pronti a spendere le nostre energie alla Gourmet Arena, un'oasi dell'Alta Cucina nello spazio Culinaria del Merano Wine Festival. Durante tutti e tre i giorni della manifestazione alcuni tra i più importanti chef del panorama italiano (e non) si sono esibiti in cooking show che hanno incantato i visitatori e deliziato i palati più raffinati. Ogni blogger coinvolto ha seguito due chef ed alcuni produttori, che nello stesso spazio avevano a disposizione venti minuti per far degustare e raccontare i prodotti. Noi abbiamo avuto l'immenso piacere e l'onore di "accompagnare" gli chef stellati William Zonfa di Magione Papale (L'Aquila) & lo chef Alfio Ghezzi di Locanda Margon (Trento).


William Zonfa

La sessione del Sabato delle 15 ha visto protagonista L'Uovo Patate e Peperoni di Zonfa, un'esplosione di sapore che racchiude ore ed ore di preparazione e cura, soprattutto per la realizzazione della sorprendente polvere di peperone arrostito.



Tutti i piatti erano accompagnati da un vino, precisazione anche superflua se pensiamo in che contesto si è svolto quello che vi sto raccontando. Gli abbinamenti sono stati pensati dai responsabili del Gruppo Vitivinicolo Le Tenute di Genagricola, partner sempre presenti e puntuali. Lo Chef Ghezzi, Domenica pomeriggio, ha tenuto una vera e propria lezione sul significato che la sostenibilità dovrebbe avere nelle cucine di ogni professionista. Ha mostrato come preparare un risotto che profumi di Alto Adige, tutti gli ingredienti, infatti, erano rigorosamente legati al territorio in cui da anni lavora.


Alfio Ghezzi e i giovanissimi chef che lo affiancano in cucina
Come vi ho accennato in questo stesso spazio hanno presentato i loro prodotti anche diverse aziende, il festival non è solo un luogo per scoprire il vino, ma anche una vetrina per produttori e strutture ricettive.


Carlo Vischi (sx) con il responsabile dell'Azienda Agricola Si.Gi.

Ovviamente non poteva mancare un doveroso giro tra i banchetti per le degustazioni dei vini...




...e dei prodotti di alcune realtà italiane, conosciute o emergenti. Tra queste ha conquistato tutti il Panettone Lorenzetti, morbidezza e bontà ad ogni boccone.




Durante gli spostamenti in questa perla trentina che è Merano abbiamo avuto una compagna d'eccezione, la DS4 Citroen . I blogger coinvolti nella manifestazione hanno potuto testare l'auto per gli spostamenti dal Kurhaus all'hotel e ai ristoranti scelti per la cena; opportunità più unica che rara coniugare buon cibo, ottimo vino e motori in una città che ci ha accolto e coccolato come poche.

QUI TUTTE LE IMMAGINI DEL MERANO WINE FESTIVAL 2012.

Nessun commento:

Posta un commento