giovedì 20 dicembre 2012

Idee regalo SingerFood "personalizzate"

Panico: Natale è alle porte, come ogni anno inesorabile ci colpisce l'ansia da regali. Il problema non sono le idee, anzi, quelle ci sono e sono anche tante, ma è il tempo per andare in giro a fare acquisti che manca. Dicembre è anche periodo di scadenze, di lavoro asfissiante e di giornate troppo brevi. Da bravi blogger cerchiamo aiuto sul web e tanti acquisti abbiamo deciso di farli comodamente seduti davanti al pc durante la pausa pranzo o la sera rientrati a casa. 

Scelte classiche e mirate per amici e parenti: libri, prodotti food & wine (si sa, non ne riusciremmo a fare a meno), stoviglie e...gadget del blog! Sul sito miofotografo.it, tantissimi prodotti tra cui optare per dare forma alle foto e ai ricordi. Superato l'impasse iniziale della scelta abbiamo curiosato e selezionato tre prodotti che renderanno sicuramente felici i destinatari: due quadri ed una cover per l'Iphone. In arrivo anche un album realizzato come ricettario: testo e foto delle nostre ricette. Pagamento andato a buon fine attraverso pochi passaggi dopo aver caricato le immagini attraverso un meccanismo guidato che in pochi minuti ci ha permesso di personalizzare tutti gli oggetti.


IMG_0322

Il secondo regalo che vi proponiamo è corredato da ricetta. Chissà: potrebbe essere un ulteriore personalizzazione di un gradito pensiero da lasciare sotto l'albero. Abbiamo avuto modo di provare Scaldì di Ariete, una piccola astronave pensata per rendere la pausa pranzo più gustosa. La prima volta che ho visto questo piccolo elettrodomestico ho pensato che probabilmente nella mia famiglia non avrebbe mai avuto grande utilità. Nei piccoli centri del Sud si torna per lo più a casa per il pranzo, a Milano e nelle grandi città non lo si può neanche immaginare, ci si metterebbe troppo per gli spostamenti e l'ora di pausa sarebbe insufficiente. 


ariete due


Lo Scaldì è un ottimo compagno per pranzi veloci in ufficio, per riscaldare la merenda dei bambini e in tutte le occasioni in cui si vuole riscaldare i propri piatti in pochi minuti e nella massima sicurezza. A questo si coniuga un design curato e molto pop, mi verrebbe da azzardare. Noi lo abbiamo usato per riscaldare il cavolfiore al vapore e lo spezzatino di manzo cotto nello slow cooker. Vi lasciamo la ricetta, ottimo piatto per una fredda serata invernale e chissà: dovesse avanzare il giorno dopo in ufficio nello scaldavivande potrebbe dare un colore diverso anche alla vostra giornata lavorativa.

C'è una bellissima iniziativa dedicata a tutti "Una Schiscia a Colori", si dovranno realizzare delle ricette ideali per la pausa pranzo e le più meritevoli vinceranno proprio lo Scladì, mentre a tutti i partecipanti è riservato uno sconto del 25% su tutta la gamma Ariete.


Spezzatino di Manzo stracotto con cavolfiore violetto di Sicilia

Ingredienti per 2 persone:

500g Manzo per spezzatino
2 cucchiai di olio EVO
1/2 cipolla
3 bicchieri di vino rosso chianti classico
Sale
Rosmarino
1 cucchiaio di miele

300g di Cavolfiore violetto di Sicilia

ariete uno

Prima di procedere con la preparazione dello spezzatino, facciamo cuocere il cavolfiore lavato e tagliato (facendo delle incisioni anche nel gambo dei diversi "fiori" per velocizzarne la cottura) al vapore, servendoci di una vaporiera o usando il cestello in una pentola dove avremo fatto bollire dell'acqua.

Tagliamo il manzo in cubetti della stessa grandezza per garantirne una cottura omogenea, nel frattempo facciamo dorare la mezza cipolla tritata nell'Olio EVO. Aggiungiamo i pezzi di manzo e lasciamoli cuocere su ogni lato per rosolarne la superficie. Versiamo tutto il contenuto della pentola nello slow cooker (ve ne parleremo nei prossimi post, uno degli acquisti di cui siamo più entusiasti in cucina) e aggiungiamo il vino rosso, un cucchiaio di miele, il sale e un ramoscello di rosmarino. Cuociamo per 12 ore a 75 gradi.

A fine cottura potrete constatare che la carne è tenerissima, questo tipo di cottura conferisce sapori intensi e ammorbidisce tutti i tagli, anche i più "duri".

Ci beviamo su il chianti classico Castellare di Castellina e...






Nessun commento:

Posta un commento