venerdì 6 luglio 2012

L'orto nel piatto: salvia chips & Lo Chef Enrico Fiorentini


L'orto sul balcone in città è un piccolo lusso che da quando siamo a Milano ci concediamo con piacere, non vi nascondo che per avere piantine rigogliose si deve essere costanti ed attenti, ma pur di godere di profumi e sapori di foglioline appena raccolte non ci facciamo intimidire dall'impegno. Nella sezione Antipasti stiamo inserendo tutte le ricette in cui protagoniste sono le piante dell'orto, oggi approfondiamo la conoscenza della SALVIA.


Questa pianta è della stessa famiglia di menta e timo, nella nostra cucina non ne facciamo un uso smodato (cosa che spesso capita con il basilico), ma ci piace soprattutto aggiungerla per le preparazioni di carne di maiale e manzo. I primi anni di università ricordo era l'ingrediente "nobile" del condimento dei tortellini al burro, il suo profumo mi ricorda sempre quel periodo. 

La varietà utilizzata in cucina è quella Officinalis, largamente diffusa nell'antichità per le sue numerose proprietà curative, una sorta di pianta "salvifica"appunto. La ricetta che vi proponiamo la onora in tutta la sua bontà: una semplicissima salvia fritta, da sgranocchiare come se le foglie fossero chips.


Ingredienti:

Foglioline di salvia ben lavate ed asciugate
80g di Farina 00
Un uovo
Mezzo bicchiere scarso di birra
Sale
Olio di semi di girasole

La pastella realizzata per le foglioline di salvia è la stessa che vi abbiamo proposto per le altre verdurine QUI. Versate la farina in una coppa ed aggiungeteci l'uovo sbattuto e la birra, mescolate facendo attenzione non si formino i grumi. Lasciate riposare il composto in frigo per una ventina di minuti e immergeteci le foglioline prime di farle friggere in abbondante olio di semi di girasole ben caldo.

Salvia fritta da mangiare come fossero chips

Per accompagnare nel modo più adeguato queste deliziose foglioline ci abbiniamo una birra ghiacciata, noi abbiamo scelto la svizzera Biera Engiadinaisa.



Birra Svizzera le le foglioline di salvia fritte in pastella
Ci ascoltiamo un classico, i RadioHead con No Surprises





Due parole prima di salutarvi.

Bizzarra sana follia. Un solo nome Enrico Fiorentini, talentuoso chef del Ristorante Il Canneto (Hotel Sheraton Malpensa), vi starete chiedendo perché vi parlo di lui...bene: fino a qualche ora fa non lo sapaveo precisamente neanch'io, ma ora lo so! Da oggi è on line è il suo blog: http://enrico-fiorentini.blogspot.it/ , in bocca al lupo chef!



2 commenti:

  1. mi piacerebbe moltissimo assaggiarle, chissà che delizia...

    RispondiElimina
  2. La pastella con la birra la trovo deliziosa e croccantissima. Adoro la salvia fritta mi ricorda la mia infanzia e la mia nonna.... l'importate è asciugarla bene!! buon week end!

    RispondiElimina