giovedì 3 novembre 2011

LA FELICITA’ DI SENTIRCI PASTIFERI E CONSIGLI PER IL WEEK END


L’appuntamento è uno dei nostri preferiti: Eventi Pastiferi. Questa volta i protagonisti della serata sono stati lo Chef Antonio Borruso, napoletano d’origine, ma trapiantato ad Aprica (So) presso il Gimmy’s Restaurant per amore del suo lavoro e la pasta del Pastificio dei Campi di Gragnano.



La cornice è quella della sala Lunge del Sesto piano dell’hotel Radisson Blu e delle cucine dello chef di casa Dario Abbate, che assieme allo Chef Borruso ha realizzato piatti che potessero esaltare una pasta “stellata”, tanto nel gusto quanto nella sua caratteristica unica: la rintracciabilità. Chiunque può conoscere  dove e  chi ha realizzato il pacco della pasta acquistato semplicemente inserendo alcuni dati rintracciabili sulla confezione, ulteriore garanzia del prodotto.

Lo Chef Antonio Borruso & lo Chef Dario Abbate
Il Menu proposto è stato accompagnato da Cleto Chiarli “Brut Rosè” & “Premium Lambrusco di Sorbara”.

Per iniziare:  “Mezzani tagliati” con briciole di bresaola ed interpretazione dei formaggi della Valtellina



Abbiamo proseguito con “Candele spezzate” pomodoro camone verde e “mozzarella di bufala con latte lombardo”  



“Calle dei Campi di Gragnano” guazzetto di frutti di mare, pesto trapanese e broccoletti siciliani



E per finire “Cannolo di Pacchero” con spuma di pastiera, gelato alla cannella e sfere di frutta candita



Prima di salutarvi un piccolo suggerimento per il week end…




Dal 4 al 7 Novembre la 20°edizione del Merano Wine Festival, l'appuntamento esclusivo del mondo eno-gastronomico.

Grazie di cuore a Carlo Vischi (Edizioni Gribaudo) e per chiunque riuscisse ad andare a Merano una raccomandazione: brindate anche per noi! ;)

11 commenti:

  1. che spettacolo questi piatti!!!!! sono di Merano e consiglio anche io vivamente il Wine Festival.
    Almeno una volta nella vita è da provare.
    I soldi del biglietto valgono tutta la degustazione e anche di più.
    Buon weekend!!!!!

    RispondiElimina
  2. questi piatti sono davvero sublime non chè ben presentati complimenti davvero
    lia

    RispondiElimina
  3. Che bel post e belle foto! Grazie mille! Speriamo di poterci presto incontrare di persona. Un caro saluto, Mafaldina

    RispondiElimina
  4. Mmmm, che piatti meravigliosi!

    RispondiElimina
  5. Delle vere e proprie opere d'arte culinaria.Davvero complimenti.
    Buon weekend,Fausta

    RispondiElimina
  6. Sono d'accordo con Fausta questi piattio sono delle vere e proprie opere di arte. Complimenti

    Approfitto anche per invitarvi al contest che sto facendo con un'altra blogger, Artù, ci farebbe un immenso piacere avervi tra i partecipanti http://nuvoledifarina.blogspot.com/2011/11/nuovo-contest-sfrutta-linverno-e-pasta.html
    un abbraccio

    RispondiElimina
  7. Piacere di conoscervi...anche se in fondo vi conosco già un pò....ho visto la Vostra puntata di Fuori menù! Mi piace l'idea di potersi ritrovare anche qui...Vi seguo con piacere spero di rivedervi presto sul mio blog...a presto...stefy

    RispondiElimina
  8. WOW! Io avrei assaggiato volentieri i mezzani spezzati!!!
    Mi pare di conoscerla questa pasta, se non sbaglio la vendono nel reparto food della rinascente di milano, mi è familiare il packaging!!!

    GLORIA
    { Scacco alle Regine }

    RispondiElimina
  9. piatti di pasta uno più saporito dell'altro :D
    un pastaiolo

    RispondiElimina
  10. quanta creatività, io ho adorato molto il primo con i formaggi della valtellina

    RispondiElimina