lunedì 19 settembre 2011

L'EMOZIONE DI UN PIATTO E L'IMPORTANZA DI UN SMS


Vittime anche noi della CREMA DI CAVOLFIORI di Massimo Mentasti, giovane e talentuoso chef di cui vi abbiamo parlato nel post UNA GALLINA VA IN CITTA’. In quell’occasione abbiamo avuto la possibilità di accennare a questo suo antipasto che ci ha entusiasmato al punto di provare una nostra personale riproposizione.

Con piacere abbiamo constatato che non siamo gli unici ad esserci cimentati nell’impresa, ha realizzato la crema anche Irene nel suo interessantissimo blog CUCINA SENZA SENZA e siam sicuri che anche per lei sia scoccata la stessa scintilla.

Eccovi la nostra ricetta, così come l’abbiamo immaginata e realizzata; è divertente provare a ritrovare i gusti di un piatto di cui si ignora il procedimento, soprattutto quando il risultato è apprezzabile e gustoso come in questo caso.



Ingredienti per 6 persone:

600gr di cavolfiori puliti
2 cucchiai di panna da cucina di soia
12 alici fresche
1 limone
Prezzemolo
Olio
Sale
Pepe
Grissini Integrali

Procediamo con il limone, tagliatelo in due e ricavatene dei cubetti dalla polpa.

Fate bollire i cavolfiori fino a quando non saranno sufficientemente morbidi. Poneteli in una coppa abbastanza grande e aggiungete i due cucchiai di panna rendendo il composto cremoso con un frullatore ad immersione. Aggiungete un po’ di acqua di cottura dei cavolfiori per rendere la crema della densità desiderata, poi il sale e il pepe secondo i gusti e mantenete la crema tiepida.


Passate alla pulitura delle alici, ed in seguito ponetele in forno preriscaldato a 180° con un filo d’olio fino a quando non saranno cotte.



Impiattate la crema adagiando sopra i cubetti di limone, i pezzi di alici, il prezzemolo ed un filo d’olio extravergine d’oliva; se lo gradite accompagnate il piatto con dei grissini integrali.



Prima di salutarvi ci teniamo a parlarvi di un’importante campagna di raccolta fondi che permetterà di sostenere il CAF ONLUS (Centro di aiuto al bambino maltrattato e alla famiglia in crisi) che gestisce tre comunità che ospitano bambini dai 2 ai 12 anni. Non amiamo la retorica né tanto meno vogliamo trascendere in banale buonismo, vogliamo solo trasmettervi l’unica certezza che abbiamo: l’importanza di un piccolo contributo per la realizzazione di un progetto ben più importante, la TUTELA DEL MINORE.

Il CAF è una vera e propria casa per tutti i bambini che hanno subito violenze ed esperienze gravi e profonde, è il luogo che permetterà loro, dopo un percorso in cui saranno seguiti da esperti, di poter tornare presso le famiglie di origine o di affrontare serenamente l’inserimento presso le famiglie affidatarie o adottive.

Da oggi 19 Settembre fino al 9 Ottobre sarà possibile inviare un SMS sul numero 45504 da cellulari privati TIM, Vodafone, Wind, 3, Infostrada, Fastweb, Teletu, Postemobile e COOPVoce o chiamando da rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb per fare donazioni del valore di 2/5 Euro.

Vi parleremo ancora del CAF, tra qualche settima, raccontandovi la nostra esperienza nella loro cucina…ma non vogliamo anticiparvi altro! ;)



Un abbraccio sulle note di Mr. Mister - Broken Wings


15 commenti:

  1. ottimo piatto, ottima presentazione ;)) ... procedo con l'sms ;))

    un abbraccio
    cris

    RispondiElimina
  2. Sei sempre preziosissimo!!!
    Un abbraccio, Cris!

    RispondiElimina
  3. Mi piace molto questa vostra interpretazione del piatto di Mentasti!!!! Deve essere una cosa buonissima!
    ....e bellissima l'iniziativa, bravi!!!

    RispondiElimina
  4. Questa crema di cavolfiore deve essere squisita, bravi come sempre!

    RispondiElimina
  5. Buonissima la crema... ancora più bella ed encomiabile la vostra iniziativa!

    RispondiElimina
  6. ciao ragazzi! questa crema è da provare al più presto visto che adoro il cavolfiore :) volevo anche invitarvi a partecipare - magari nella sezione salati - alla raccolta del mio blog ;)

    ps: grazie per la segnalazione!

    a presto!

    RispondiElimina
  7. Ma che bontà che deve essere, assolutamente da provare...e poi l'iniziativa è fantastica!!!!

    RispondiElimina
  8. Concordo con te sul provare a riproporre un piatto già assaggiato! E' divertente e soddisfacente, primo perché comunque è qualcosa di buono che ne verrà fuori e secondo perché giocare in cucina fa bene! :)

    Vevi :)

    RispondiElimina
  9. Avete fatto bene a cercare e ricreare, la ricerca è una molla fortissima...questa crema è davvero da provare!
    Mi annoto il numero e procedo!!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  10. Questa crema di cavolfiori mi intriga moltissimo! Il freddo è tornato, la voglia di zuppe calde anche... vado! :D

    RispondiElimina
  11. Mamma mia, deve essere buonissima! Grandi!

    RispondiElimina
  12. mmmm che delizia! il cavolfiore così non l'ho mai mangiato... devo rimediare al più presto! ;) SMS mandato, bravi ragazzi vi ammiro molto per il vostro impegno per la tutela dei minori, non vedo l'ora di leggere la vostra esperienza nella loro cucina!
    A presto! Laura

    p.s. mi farebbe molto molto piacere se partecipaste al mio contest eccolo qua: http://bollibollipentolino.blogspot.com/2011/09/chi-ha-rubato-la-marmellata-il-1.html

    RispondiElimina
  13. sembrerà strano , ma se mi presentasse un piatto di pasta e questa vellutata di cavolfiore sceglierei sicuramente questa bontà ! Sa proprio di calore , tempore , familiarità .. insomma un vero piacere per il palato .

    RispondiElimina
  14. visto da irene, ottima anche la tua versione!
    bella l'iniziativa

    RispondiElimina
  15. Decisamente splendida..


    Ps se hai lo zucchero alla vaniglia prova, secondo me è anche meglio ;)

    RispondiElimina