mercoledì 28 settembre 2011

LA TRADIZIONE DI GIULIA BUITONI: DA SANSEPOLCRO A TIME SQUARE


La riconoscete?



Chissà se un po’ di stupore ha sorpreso anche voi nello scoprire che questa splendida Villa ottocentesca, ormai simbolo del buon cibo italiano nella grande distribuzione internazionale, esiste davvero.

E’ proprio CASA BUITONI, un tempo conosciuta come Villa Paradiso e guardandosi intorno non è difficile capirne il motivo. Siamo sul colle che domina la città di Sansepolcro, in provincia di Arezzo, nel cuore delle meravigliose campagne toscane.



Nell’immenso parco, sulla terrazza, nei corridoi e tra le mura delle raffinate stanze si può respirare la storia della famiglia Buitoni, di cui la Villa è stata residenza per lunghi anni. Nelle foto del soggiorno ritroviamo lo sguardo fiero di Giulia Buitoni, la donna a cui l’azienda deve i natali. E’ stata lei che con tenacia e dedizione nel 1827 ha iniziato a produrre con il marito “una pasta speciale”, importando il grano duro, all’epoca ancora poco conosciuto in Toscana, dalla nostra amata Puglia.  Da questo momento in poi la crescita nella produzione è stata graduale fino a raggiungere le dimensioni che tutti conosciamo.

Scoperto il luogo non vi abbiamo ancora detto il motivo che ci ha spinti ad essere qui.

Da coscienziosi food blogger, quali ci sforziamo di essere, siamo curiosi di capire in che modo nascono le basi pronte di sfoglia e pizza, quale studio precede la commercializzazione dei preparati per dolci e soprattutto chi c’è dietro alle ricette che campeggiano sui prodotti dell’azienda e sul sito www.buitoni.it .

In questa stimolante esperienza abbiamo avuto delle compagne straordinarie (in ordine banalmente alfabetico vi lasciamo il piacere di scoprire chi siano cliccando sui loro nomi!) Anna Maria, Margherita, Marta, MonnyB, Sandra e Teresa. Ringraziamo Francesca di Edelman che ci ha permesso di potervi raccontare tutto questo, Barbara che ha rappresentato la Nestlè nel nostro viaggio conoscitivo all’interno dell’azienda e Silvia, anima organizzativa di Casa Buitoni e paziente guida di un gruppo poco ordinato ed ordinario. Ebbene sì: Pietro era l’unico uomo, ma è l’esempio di come felicemente si possa sopravvivere circondato per due giorni da 11 donne.

Pietro in cucina!

Riordinando le idee abbiamo imparato che:

  • Casa Buitoni prima di essere una splendida villa finemente ristrutturata è un CENTRO DI RICERCA E SVILUPPO INTERNAZIONALE, qui dal 1992 chef ed esperti in nutrizione collaborano fianco a fianco per realizzare e perfezionare i prodotti alimentari che con il marchio BUITONI ritroviamo tra gli scaffali dei supermercati in Italia e all’estero. La collocazione geografica di questo luogo permette di conciliare la tradizione culinaria del Sud e del Nord della nostra penisola, nella continua ricerca della giusta combinazione di gusto e genuinità.All’interno della cucina sperimentale della Villa gli Chef Enrico Braganti , Riccardo e Roberto e l’esperta in nutrizione Valentina Cecconi seguono attentamente le fasi di preparazione dei prodotti che saranno poi riprodotti  nell’impianto pilota per essere messi in commercio e arrivare sulle tavole dei consumatori cercando di soddisfarne le esigenze.
Valentina Cecconi, esperta in nutrizione

Chef Enrico Braganti
  •  I protagonisti delle video ricette sono Valentina ed Enrico in persona, la cui bellezza e professionalità potete riscontrare attraverso questo link e della cui simpatia siamo pronti a garantire noi.


  •  La città di San Sepolcro è davvero una perla preziosa della storia d’Italia, la visita al Museo Civico ci ha fatto immergere nella bellezza delle opere di Piero della Francesca che qui è nato e cresciuto. Inoltre di questo comune custodiamo tra i ricordi anche “Al Coccio”,  ci sembra di sentire ancora il profumo del tartufo nell’aria… (Siamo pur sempre dei foodies e vi consigliamo di andarci a mangiare se siete in zona!)

  •  Immergersi fisicamente e con l’anima in una grande cucina professionale al fianco di chef  disponibili e pazienti ed altre food blogger che condividono lo stesso sfrenato amore per il cibo non può che portare a risultati di cui essere orgogliosi: tortelli zucca e peperoncino ripieni di formaggio ubriaco e pinoli, spaghetti alla chitarra basilico e limone con burrata e basilico, etc etc


  • Lo “snobismo culinario” è uno stato mentale da combattere. Siamo pienamente d’accordo sulla bontà di utilizzare solo materie prime fresche e di qualità e possibilmente realizzare tutte le fasi di una preparazione con le proprie mani, ma come la mettiamo con la mancanza di tempo, acerrima nemica della buona e sana cucina? Non professeremo mai il verbo del surgelato e del precotto a tutti i costi, ma siamo consapevoli che a volte piuttosto che rimanere a digiuno o uscire fuori a cena dopo una giornata massacrante in ufficio è bene valutare strade gastronomiche alternative…

…quella nella foto è la Focaccia “cotta e rovesciata” con pomodori ed origano,  la preparazione la potete trovare QUI e vi garantiamo che è un’idea davvero valida per avere una consistenza piacevolissima della focaccia, che risulta croccante alla base e molto morbida all’interno.



Lasciamo alle immagini il compito di continuare a raccontarvi della nostra esperienza a Casa Buitoni, tutte le foto le potete trovare QUI, sulla pagina facebook del nostro blog o QUI, nel nostro profilo Flickr.


Siamo sicuri che aver vissuto da vicino la quotidianità della ricerca alimentare in una grande azienda come la Buitoni ci abbia arricchito di nuove consapevolezze, nulla potrà sostituire il piacere di impastare con le proprie mani, ma a volte, in situazioni inevitabili, bisogna saper scendere a compromessi con il “confezionato”; farlo sapendo esattamente cosa c’è dietro non può che farci sentire meno in colpa verso il decalogo non scritto del food blogger provetto.



Vi lascio con una delle canzoni che ci ha accompagnato nel tragitto Firenze-Sansepolcro, a presto.
 Francesca



18 commenti:

  1. bravi come sempre! e bellissima esperienza! :)

    RispondiElimina
  2. Che spettacolo...una recensione coi fiocchi...posto incantevole, foto emozionanti e protagonisti da urloooo!!!!!! Voiiiiiiiiiii!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. quanto mi èiacerebbe una volta esserci anch'io.. chissà! Intanto mi sono goduta il vostro reportage, grazie!

    RispondiElimina
  4. ciao Francesca! come sempre ci fate partecipi di bellissime esperienze :) qui tutto bene tranne uno spiacevole disguido questa estate... bacioni!

    RispondiElimina
  5. ciao! che bello!! che emozione!! aspetto nuovi racconti:)))))
    buona serata :)

    RispondiElimina
  6. Complimenti ragazzi, deve essere stata un'esperienza veramente interessante. Condivido l'idea di approfondire e conoscere meglio cio' che mangiamo

    Un abbraccio al "povero" Pietro che ha dovuto sopportare ben 11 donne ;)))

    RispondiElimina
  7. che bellissima esperienza e grazie delle foto accattivanti, mi piace molto il blog "allargato" visto che avete tanto da raccontare serviva un pò più di spazio...bravissimi.!:))

    RispondiElimina
  8. Che splendide foto!E che bella esperienza!Complimenti

    RispondiElimina
  9. Ma ciao!!! che belle queste foto e anche il racconto!!
    vogliamo anche una tua foto!!!!!

    baci
    Laura
    www.theoldnow.it

    RispondiElimina
  10. Cosa non darei per un'esperienza così.....magari un giorno avro questa fortuna!

    RispondiElimina
  11. trovati x caso...e chi vi molla piu'!
    quanto siete bravi, complimenti!

    RispondiElimina
  12. che bella spiegazione dettagliata.. e che belle foto!
    Fantastico! :)

    RispondiElimina
  13. Grazie per la visita e complimentissimi per il blog e il post su Villa Buitoni, buona serata, Flavia

    RispondiElimina
  14. Che splendida villa e che bello sorcio di panorama dalla finestra. Dev'essere stata una giornata emozionante. Un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  15. Grazie di essere passati da me, vi ho visto in televisione siete stati bravissimi!!Bellissima visita davvero un esperienza emozionante!!!Buona giornata!!!

    RispondiElimina
  16. bella esperienza e bellissime foto!
    un bel dietro le quinte :-)

    RispondiElimina
  17. Che esperienza MERAVIGLIOSA !!!
    Io adoro le campagne toscane, la villa è da urlo e ora.. vado a vedere la ricetta della focaccia rovesciata! :-D

    GLORIA
    { Scacco alle Regine }

    RispondiElimina
  18. Un posto magnifico, si respira l'aria della buona cucina che da sempre caratterizza i prodotti buitoni!

    RispondiElimina