martedì 26 aprile 2011

..e il nostro aperitivo finì a TARALLI e vino!

Non c'è serata tra amici, aperitivo o degustazione che non contempli la presenza dei taralli, immancabile presenza nella dispensa di un pugliese e alimento ormai diffuso in una larga fascia di mercato.

Oggi vi proponiamo la nostra versione al sesamo, lasciando a voi la possibilità di sbizzarrirvi con le innumerevoli varianti al finocchietto, al peperoncino, ai semi di papavero e a ciò che tra le spezie più vi stuzzica!

La realizzazione è semplice, ma richiede del tempo a causa dei diversi passaggi in pentola e in forno.

Ecco gli ingredienti :

500g di farina 00 
125ml di Olio extraverine di oliva
200ml di Vino bianco secco
10g di Sale
3 cucchiai colmi di Sesamo

Cominciamo la preparazione versando in una ciotola, abbastanza capiente, la farina, l’olio, il vino in cui abbiamo sciolto il sale e il sesamo.
Amalgamiamo gli ingredienti e trasferiamo l'impasto su un piano di lavoro liscio, continuando ad impastare per almeno altri 20min e comunque fino a quando il composto non sarà diventato liscio ed elastico.
A questo punto va fatto riposare l'impasto in una ciotola ben coperta, in un posto fresco per almeno 30min.

Trascorso il tempo indicato abbiamo diviso l'impasto in pezzetti del peso di 8gr l'uno, con il palmo della mano abbiamo realizzato dei bastoncini del diametro di un centimetro e lunghi circa 8cm o poco più. Abbiamo unito le estremità del bastoncino per realizzare un cerchio o una goccia, forma caratteristica del tarallo pugliese.
I taralli ottenuti vanno posti su dei canovacci puliti, nel frattempo abbiamo portato ad ebollizione dell'acqua in una pentola.



A questo punto abbiamo immerso una decina di taralli nella pentola e li abbiamo prontamente estratti con una schiumarola appena emersi, dopo qualche minuto. Fatta assorbire l'acqua in eccesso con altri canovacci, li abbiamo disposti su una teglia ricoperta di carta da forno e li abbiamo infornati a 200° "forno statico" ( già caldo ) per circa 30min o almeno fino a quando non saranno perfettamente dorati su entrambi i lati.



Con 500g di farina siamo riusciti a realizzare quasi un centinaio di taralli di piccole dimensioni, non resta che onorare queste piccole creazioni con un ottimo calice di vino rosso o, visto che la temperatura sale, con un boccale di birra ghiacciata.


 ...con una rosa hai detto "Vienimi a cercare"...



6 commenti:

  1. sono la prima sono la prima sono la prima!!! :) eccomi ho visto il vostro blog online sono ora, appena rientrata a Milano! Dai vedete che non è poi così difficile? Complimenti e continuate così!
    http://essenzaindivisibile.grimmo.it/

    RispondiElimina
  2. E' anche merito vostro, lo sapete no!?
    Stanotte abbiamo iniziato..c'è stato prima uno studio approfonditissimo dei programmi grafici e poi finalmente..Puff! =) Ora non ci resta che immergerci nel fantastico mondo dei bloggers!

    RispondiElimina
  3. Bellissimi e bravissimi!!! Preparate le vostre delizie con l'ausilio, anche, di un famoso tagliaravioli... :-)))
    In bocca al lupo per il Food Blog!

    RispondiElimina
  4. Pinaaaaaaa! Presto on line anche il tagliaravioli!!! Ahahah! Crepi il lupo..di indigestione!

    RispondiElimina
  5. Ciao!Taralli da urlo, complimenti. Sono contenta di avervi (ri)trovati e ora inizio a seguirvi.
    Un caro saluto e a presto :)

    RispondiElimina
  6. Grazie di cuore ! =)
    Finalmente possiamo seguirti anche noi in modo ufficiale! ;)

    RispondiElimina